Torna indietro

Programma per l’inserimento on-line dei dati di vendita dei prodotti fitosanitari e relativi coadiuvanti destinati all’uso agricolo secondo le modalità indicate dall’art. 42 del DPR 290/01

0. Premessa

1. Introduzione

1.1 Flusso dei dati di vendita

1.2 Fonti

2. FITOWEB290

2.1 Obiettivi

2.2 Specificità

3. Guida all’uso di FITO-WEB290

3.1 Rivenditore di prodotti

4. Attuali riferimenti normativi

 

0. Premessa

La Regione Lombardia ha in corso ampi processi di snellimento delle procedure amministrative e di semplificazione degli adempimenti a carico dei cittadini e delle imprese del territorio lombardo.

In tale ottica, la Direzione Generale Sanità - U.O. Prevenzione, Tutela Sanitaria e Veterinaria , con il prezioso contributo del Centro Internazionale per gli Antiparassitari e la Prevenzione Sanitaria (ICPS) dell’Azienda Ospedaliera Luigi Sacco – Polo Universitario di Milano e la collaborazione delle Aziende Sanitarie Locali (ASL) Lombarde, ha predisposto il software Fitoweb290, al fine di permettere ai soggetti, che sono tenuti a trasmettere annualmente le schede informative sui dati di vendita di prodotti fitosanitari e dei relativi coadiuvanti, destinati all’uso agricolo, di poter adempiere a tale obbligo tramite un sistema informatico on line.

INFORMAZIONI SINTETICHE

CHI DEVE TRASMETTERE?

·          il titolare  dell’esercizio di vendita, dal titolare di registrazione e dal titolare di stabilimento di produzione, qualora effettuassero le vendite e/o le esportazioni, di prodotti fitosanitari e relativi coadiuvanti destinati all’uso agricolo

COSA DEVE TRASMETTERE?:

·          I dati relativi all’attività di vendita (ragione sociale, codice fiscale/partita IVA, indirizzo del luogo di fatturazione).

·          I dati di vendita di prodotti fitosanitari destinati all’uso agricolo

·          Il titolare di registrazione è tenuto a dichiarare esclusivamente le vendite dirette effettuate all’utilizzatore finale

QUANDO DEVE TRASMETTERE?:

·          I dati di vendita, relativi dell’anno solare precedente, devono essere trasmessi alla Regione Lombardia, tramite FITOWEB290, che solitamente rimane aperto dal 14 gennaio al 14 marzo ci ciascun anno.

QUALE È L’OBIETTIVO DELLA RACCOLTA DEI DATI DI VENDITA?:

·          l’obiettivo della raccolta dei dati di vendita, definito dall’art. 42 del DPR 290/2001, è quello di costituire uno strumento indispensabile per la conoscenza e la programmazione delle attività di prevenzione sanitaria della popolazione e dell’ambiente

QUALI SONO I VANTAGGI DEL SISTEMA WEB PER L’UTENTE:

·          Lo strumento web permette all’utente di semplificare le modalità di trasmissione  evitando l’invio su supporto cartaceo e ridurne anche i costi in termini di tempo

·          Possibilità di un maggior controllo, da parte dell’utente, dei dati immessi ad esempio escludendo le dichiarazioni di vendita di Presidi Medico Chirurgici e Prodotti per Piante Ornamentali (PPO) non dovute

·          Possibilità di accedere alla banca dati PESTIDOC sviluppata da ICPS per la consultazione delle informazioni sempre aggiornate sui fitosanitari. Pestidoc è una banca dati consultabile on-line che raccoglie e cataloga documentazione tecnico-scientifica selezionata sugli antiparassitari, per renderla facilmente accessibile e promuoverne la diffusione a livello locale e nazionale. La documentazione sugli antiparassitari è catalogata in un database relazionale, strutturato nei seguenti archivi principali interrogabili indipendentemente e tra loro collegati: Principi Attivi, Formulati autorizzati in Italia, Colture ammesse, Ditte Produttrici e Residui Massimi Ammissibili (LMR)

·          Possibilità di un help desk telefonico durante il periodo di apertura di FITOWEB290

 

ICPS - Azienda Ospedaliera L. Sacco - Polo Universitario

Referente tecnico: Dott.ssa Teresa Mammone

Referente informatico: Dott.ssa Barbara Lietti

Lun-Gio 9.00-12.00; 14.00-17.00       Ven 9.00-12.00; 14.00-15.00

tel: 023568.6600

e-mail: mammone.teresa@asst-fbf-sacco.it

VANTAGGI DEL SISTEMA WEB PER LA COLLETTIVITÀ:

·          Riduzioni dei costi e tempi per il trasferimento dei dati di vendita  da Regione Lombardia a SIAN – Ministero Politiche Agricole e Forestali

·          Possibilità per Regione Lombardia, ASL Lombarde ed ARPA di poter utilizzare in tempi brevi i dati di vendita dei fitofarmaci per l’implementazione dei piani integrati di prevenzione e per la valutazione dell’impatto sulla salute della popolazione e dell’ambiente

·          Riduzione dei tempi di attesa dell’elaborazione dei dati di vendita sul territorio lombardo


L’analisi dei dati di vendita dei prodotti fitosanitari consente una stima delle quantità di fitofarmaci utilizzati nel territorio di rilevazione e quindi del “carico” sull’ambiente derivante dall’uso di queste sostanze nelle attività agricole. Pur non esistendo una precisa corrispondenza territoriale tra luogo di vendita e area di impiego, l’analisi di questi dati di vendita rappresenta uno strumento utile per la stima dei dati di impiego in mancanza di fonti di rilevazione diretta. Dai dati di vendita elaborati a livello nazionale attualmente a disposizione, è risultata difficoltosa la realizzazione di una carta “reale” dei carichi di fitofarmaci in Regione Lombardia. Si è perciò deciso di fornire uno strumento utile per la gestione del flusso informativo nel nostro territorio.

La stima dei dati d’impiego può fornire informazioni sul “carico” di esposizione a sostanze potenzialmente nocive per la salute della popolazione, consente di mirare le attività di monitoraggio dei residui nelle acque e negli alimenti, e di indirizzare le attività di prevenzione degli effetti sulla salute dei consumatori e dei lavoratori esposti in ambito agricolo. 

 

1.1 Flusso dei dati di vendita

Il sistema di rilevazione nazionale dei dati di vendita dei prodotti fitosanitari è previsto dal  DPR 23 aprile 2001 n. 290.

In particolare, L’articolo 42 del D.P.R. 23 aprile 2001 stabilisce che i titolari degli stabilimenti di produzione, delle autorizzazioni e degli esercizi di vendita di prodotti fitosanitari devono trasmettere all’Autorità competente per territorio le schede informative su dati di vendita

I dati raccolti dalla Regione devono poi essere trasmessi al Ministero delle Politiche Agricole e Forestali, che con Circolare del 30 ottobre 2002 , ha stabilito il formato con cui devono essere registrati e trasmessi i dati di vendita.

la Regione Lombardia ha individuato nella Direzione Generale Sanità, Unità Organizzativa Prevenzione, Tutela Sanitaria e Veterinaria quale Autorità competente,

1.2 Fonti

 

Di fatto, in Italia, i dati sulle vendite dei prodotti fitosanitari sono reperibili essenzialmente attraverso tre fonti: 1) il Sistema Informativo Agricolo Nazionale (SIAN), che elabora i dati secondo il flusso stabilito col DPR 290/01; 2) l’Istituto Nazionale di Statistica (ISTAT), che acquisisce i dati dalle ditte produttrici nel territorio nazionale; 3) Agrofarma (Associazione Nazionale Imprese Agrofarmaci), che rileva le quantità vendute dalle ditte produttrici associate.

 

I dati SIAN sono gli unici che forniscono il dettaglio sui formulati venduti a livello nazionale e regionale. Tali dati vengono aggregati per tipo di dichiarante (intestatario di registrazione, intermediario, terzista o assimilato, non indicato o interpretabile), per attività fitoiatrica del prodotto (diserbante, insetticida, fungicida, attività combinata e altro) e per Provincia di vendita. Le quantità riportate sono sempre riferite al formulato; quindi anche quando viene riportata la suddivisione per sostanza attiva, in realtà si fa riferimento alla quantità di prodotto/i commerciale/i contenente/i quella sostanza attiva. La modalità di raccolta di questi dati li rende però difficilmente utilizzabili al fine di individuare i prodotti più venduti e potenzialmente più usati sul territorio. Le principali difficoltà sono dovute al fatto che le dichiarazioni si riferiscono a rivenditori appartenenti a diversi gradi della filiera produttivo-distributiva. La somma di questi dati porta ad una sovrastima delle vendite. Inoltre non è possibile prendere come dato di riferimento quello relativo, per esempio, all’intestatario di registrazione (produttore), in quanto si è rilevato che, in alcuni anni, le dichiarazioni basse o quasi nulle di quest’ultimo, corrispondevano ad elevate dichiarazioni degli altri rivenditori (intermediario e terzista), probabilmente per la vendita di giacenze degli anni precedenti. Comunque, anche se non considerano le percentuali di principio attivo presenti nei prodotti, dai dati SIAN è possibile derivare le quantità di principi attivi venduti, attraverso adeguate conversioni.

L’ISTAT diffonde annualmente i dati di “distribuzione all’uso” di prodotti fitosanitari. Per “distribuzione all’uso” si intende il quantitativo di prodotto pronto e confezionato per l’uso, che può essere utilizzato sia allo stato in cui si trova all’atto della vendita, sia dopo manipolazione, come ad esempio diluizione, soluzione. I dati pervengono al Servizio Agricoltura dell’ISTAT dalle industrie chimiche produttrici e sono relativi ai quantitativi di prodotti fitosanitari di produzione sia nazionale sia di importazione. Le quantità riportate sono sempre riferite al formulato; quindi anche quando rappresentati “per sostanza attiva”, in realtà si riferiscono alla quantità di prodotti commerciali contenenti quella determinata sostanza attiva. I dati sono raggruppati per Provincia di destinazione e vengono distinti in anticrittogamici, insetticidi, acaricidi, fumiganti nematocidi e diserbanti. Un limite di questi dati è rappresentato dal fatto che molte sostanze vengono protette dal segreto statistico e incluse nella categoria “altri principi”, al fine di impedire l’individuazione dell’azienda produttrice, qualora sia l’unica a commercializzare un determinato prodotto. In questa categoria possono essere incluse anche sostanze significative da un punto di vista di quantitativo venduto, che quindi risultano non identificabili come, ad esempio, avviene per Bentazone, Metolaclor e Terbutilazina.

 

2. FITOWEB290

 

2.1 Obiettivi

FITOWEB290 è finalizzato alla gestione ed analisi dei dati di vendita dei prodotti fitosanitari a livello regionale, nonché al trasferimento di questi dati al Ministero e alle ATS per consentire una elaborazione locale.

I principali destinatari del programma sono i titolari degli stabilimenti di produzione, delle autorizzazioni e degli esercizi di vendita di prodotti fitosanitari che devono trasmettere alle Regioni le schede informative su dati di produzione e vendita. L’intento è, in ultima analisi, ridurre al minimo il ricorso alla trasmissione dei dati su materiale cartaceo e, quindi anche la possibilità di errori di compilazione, utilizzando un unico sistema di raccolta che si avvalga solo del supporto informatico.

 

2.2 Specificità

ICPS ha predisposto il software FITOWEB290 che consente l’inserimento e la raccolta dei dati di vendita secondo la normativa vigente. Il sistema è stato organizzato in modo da:

Ø       Controllore l’accesso da parte dei venditori mediante la creazione di ID e password riservate.

Ø       Trasferire i dati al Ministero delle Politiche Agricole e Forestali secondo il formato richiesto

Ø       Fornire una lista dei prodotti inseriti ai singoli venditori per un loro eventuale utilizzo interno

 

Il software attinge le informazioni riguardanti il nome e il numero di registrazione dei prodotti fitosanitari dalla banca dati PESTIDOC.

In base ai dati inseriti è prevista l’elaborazione degli stessi su base annuale tramite collegamento con la banca dati PESTIDOC attualmente residente all’ICPS.

 

 

Rivenditore di prodotti fitosanitari

 

Accesso di un nuovo utente

Selezionare la voce “Crea Nuovo Utente”; leggere e accettare l’Informativa ex art. 13 D.lgs. 196/2003; immettere i propri dati anagrafici e descrittivi e scegliere la password di accesso.

Il sistema provvederà automaticamente a fornire un numero progressivo d’identificazione (PIN). Terminata la registrazione, appariranno sul video le informazioni anagrafiche inserite insieme al proprio numero identificativo e password. Si raccomanda di stampare questa pagina.

Una volta completata la registrazione selezionare la voce “Accedi”, inserire PIN e Password. Dopo l’inserimento corretto di PIN e Password la pagina successiva consente di immettere i dati di vendita.

Attenzione: il sistema non consente una nuova registrazione ad un utente già registrato.

 

Si sottolinea che in seguito all’emanazione della legge regionale n. 8 del 27 marzo 2007 “Disposizioni in materia di attività sanitarie e socio-sanitarie”, che ha tra l’altro, abolito l’autorizzazione sanitaria alla vendita e al commercio di prodotti fitosanitari e coadiuvanti di prodotti fitosaniatari di cui all’.art.21 del DPR 290/91,  non è più richiesta l’indicazione del provvedimento autorizzativo.

La Regione Lombardia con la presente legge persegue la finalità della semplificazione degli adempimenti connessi alla tutela della salute ed una più elevata tutela della salute dei cittadini, mediante la disciplina di un sistema integrato di prevenzione e controllo basato sull’appropriatezza e sull’evidenza scientifica, sull’efficacia e sulla semplificazione dell’azione amministrativa e sulla razionalizzazione del sistema sanitario regionale.

 

Accesso di un utente già registrato

Selezionare la voce “Accedi”, inserire PIN e password personali. La pagina successiva consente di immettere nuovi dati di vendita.

 

Dimenticato PIN/Password

Nel caso in cui non si ricordi PIN e/o password  dalla pagina “Accedi” selezionare “Ho dimenticato PIN/password”. Il sistema provvederà, dopo l’inserimento del proprio indirizzo di posta elettronica, all’invio automatico delle informazioni all’indirizzo di posta elettronica inserito durante la procedura di registrazione.

 

Inserimento dei dati di vendita

La voce “Inserisci dati” consente di scegliere tra due opzioni di trasmissione dei dati:

1.      tramite l’invio di un “file dati” formattato secondo le direttive ministeriali (Circ. Ministero Politiche Agricole e Forestali 30 ottobre 2002).

I dati potranno venire trasmessi tramite l’invio di un file secondo il formato specificato dal ministero; il software provvederà a verificare la rispondenza del supporto informatico trasmesso e darne comunicazione all’utente via mail.

 

formati diversi da quello ministeriale non saranno presi in considerazione

2.      tramite procedura web interattiva (invio manuale)

Si procede all’introduzione di una vendita per volta. Il nome del prodotto non potrà essere digitato, ma selezionato dalla lista di prodotti fitosanitari, che si genera dopo aver selezionato la lettera dell’alfabeto con cui inizia il nome del prodotto. E’ possibile ricercare un prodotto anche attraverso l’inserimento del relativo numero di registrazione. Il numero di registrazione appare in automatico, a questo punto è possibile inserire il tipo di acquirente e la quantità venduta. L’anno di vendita non può essere modificato.


Nel caso in cui il prodotto da inserire non sia presente nel data base, si prega di segnalarlo all’indirizzo di posta elettronica mammone.teresa@asst-fbf-sacco.it. Si sottolinea che non rientrano nell’obbligo i PPO (Prodotti per Piante Ornamentali) e i PMC (Presidi Medico Chirurgici).

 

Dopo aver confermato la vendita, il programma visualizza i dati appena inseriti insieme con la lista degli ultimi dieci dati immessi. A questo punto si può scegliere di terminare la sessione o di inserire un nuovo dato di vendita.

 

La voce “Visualizza schede” consente di visualizzare tutti i prodotti venduti inseriti.

La lista può essere stampata o copiata sul proprio pc.

 

La voce “Cancella schede” consente di eliminare un dato di vendita inserito per errore in precedenza.

 

La voce “Chiudi sessione – logoff” consente all’utente di uscire da una sessione di caricamento dati ricevendo, se richiesto, una mail di riepilogo dei dati anagrafici e di vendita trasmessi.

 

La voce “Chiusura finale dichiarazione” consente all’utente di uscire dal software quando ha caricato tutti i dati di vendita ricevendo automaticamente una mail con il riepilogo dei dati anagrafici e di vendita trasmessi.

 

La voce “Modifica dati anagrafici” consente all’utente di aggiornare i propri dati anagrafici (ad eccezione del CF/P.IVA).

 

Informazioni relative al dichiarante

 

Ø       Ragione sociale: Riportare la ragione sociale della società

Ø       Codice fiscale: Riportare il codice fiscale della società

Ø       Indirizzo: Riportare l'indirizzo completo, comprensivo della sede legale e operativa della società indicando la via/viale/piazza (etc.), il n. civico, il nome del comune per esteso, la sigla della provincia ed il C.A.P. esatto.

Una volta scelto il comune, la provincia e il CAP sono automaticamente inseriti dal programma. Per Milano il CAP è uguale a 20100. Tuttavia il venditore può inserire un CAP  più dettagliato in base all’indirizzo.

Ø       Recapiti: Indicare il numero di telefono e/o il numero di fax e l'indirizzo di posta elettronica

Ø       Tipo dichiarante: Scegliere la tipologia del venditore dal menù a tendina:

titolare di registrazione: l'impresa titolare dell'autorizzazione all'immissione in commercio del prodotto fitosanitario o del coadiuvante del prodotto fitosanitario

rilasciata dal Ministero della Salute, qualora venda all'intermediario o all'utilizzatore finale;

titolare di esercizio di vendita: il rivenditore all'ingrosso o al dettaglio;

titolare di stabilimento di produzione: qualora venda all'intermediario o all'utilizzatore finale.

Ø       Numero punti vendita: qualora la dichiarazione si riferisca a più rivendite dislocate in luoghi diversi, indicare il numero dei punti di vendita in cui sono stati commercializzati i prodotti dichiarati.

 

Informazioni relative ai prodotti venduti

In questa sezione vanno indicate esclusivamente le vendite effettuate agli intermediari di vendita e agli utilizzatori finali (compresi terzisti o assimilati).

Si ricorda che non vanno indicate le vendite dei prodotti fitosanitari per piante ornamentali da balcone, da appartamento e da giardino domestico (PPO.).

E' possibile riportare i dati di vendita sia singolarmente, dettagliando ogni specifica vendita (vedi esempio riquadro 1), sia raggruppando le vendite per tipo acquirente e per prodotto, totalizzando le singole quantità (vedi esempio riquadro 2):

 

riquadro 1

Tipo di acquirente

Denominazione prodotto

N. Registrazione

Quantità

Unità di misura (kg o L)

5

AGRAL

00040

10

kg

5

AGRAL

00040

 20

kg

5

MAN 80

05154

5

L

6

AGRAL

00040

 15

kg

5

MAN 80

05154

 20,5

L

 

riquadro 2

Tipo di acquirente

Denominazione prodotto

N. Registrazione

Quantità

Unità di misura (kg o l)

5

AGRAL

00040

 30

kg

5

MAN 80

05154

 25,5

L

6

AGRAL

00040

 15

kg

 

Tipo acquirente

Scegliere il tipo di acquirente dal menù a tendina. Il programma assegna automaticamente i codici:

5 se l'acquirente e' intermediario di vendita

6 se l'acquirente e' utilizzatore finale (compresi terzisti o assimilati).

Il terzista viene considerato un utilizzatore finale e, nel caso che venda anche i prodotti fitosanitari, non deve compilare la dichiarazione di vendita. Impostare sempre la tipologia del tipo acquirente.

 

Denominazione prodotto

Indicare la denominazione esatta del prodotto venduto, come riportato sull'etichetta, senza riferimento alla confezione.

Il nome del prodotto non può essere digitato, ma selezionato dalla lista di prodotti fitosanitari, che si genera dopo aver selezionato la lettera dell’alfabeto con cui inizia il nome del prodotto.

 

Numero registrazione

Il numero di registrazione non può essere digitato. E’ inserito in modo automatico.

 

Quantità

Riportare la quantità venduta complessivamente nell'anno utilizzando come unità di misura esclusivamente kg o L effettuando laddove necessario la conversione opportuna. Indicare le sole quantità vendute e non segnalare le restituzioni.

Qualora il prodotto venduto sia confezionato in pezzi, riportare comunque sempre il peso totale del prodotto venduto, effettuando l'equivalenza in kg o L.

Non e' possibile indicare come quantità il numero delle scatole, confezioni o pezzi del prodotto venduto.

 

RIFERIMENTI NORMATIVI

Ø D.P.R. n. 290 del 23 Aprile 2001 (Suppl. Ord. n. 190/L alla G.U. n.165 del 18/07/2001)

Ø Circolare 30 Ottobre 2002 (Suppl. Ord. n. 18 alla G.U. n. 29 del 05/02/2003)

Ø Delibera della Giunta Regionale Lombardia 25 Novembre 2002, n° 11225.

Ø Legge regionale 2 aprile 2007, n. 8 “Disposizione in materia di attività sanitarie e sociosanitarie”

Ø Circolare n. 11 /SAN/2007: Prime indicazioni operative di carattere sanitario per l’applicazione della legge regionale n. 8 del 27 marzo 2007 “Disposizioni in materia di attività sanitarie e socio-sanitarie”

Ø Circolare 14 aprile 2004 – n. 17 “Attività di vigilanza e controllo su commercio e impiego di prodotti fitosanitari”

Ø Circolare n. 32/SAN/2007 Indicazioni operative per la predisposizione e presentazione dei Piani integrati delle attività di prevenzione e dei controlli ex DGR 4799/07.

Ø DG SAN 0027250P, 7 settembre 2010: Indicazioni relative allo smaltimento delle scorte dei prodotti fitosanitari a seguito di revoca o modifica dell’autorizzazione.

Ø Piano Regionale 2011-2013 per la promozione della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro (deliberazione N. IX\1821 del 08/06/2011).

Ø 02/07/2012 Regolamento recante modifiche al decreto del Presidente della Repubblica 23 aprile 2001, n. 290, per la semplificazione dei procedimenti di autorizzazione alla produzione, alla immissione in commercio e alla vendita di prodotti fitosanitari e relativi coadiuvanti.

Ø 14/08/2012 DECRETO LEGISLATIVO 14 agosto 2012, n.150, Attuazione della direttiva 2009/128/CE che istituisce un quadro per l'azione comunitaria ai fini dell'utilizzo sostenibile dei pesticidi. - Entrata in vigore del provvedimento: 14/09/2012

Ø Decreto regionale 6989 Indicazioni operative alle ATS per la conduzione dell'attività di vigilanza sulla sperimentazione di prodotti fitosanitari

Ø Decreto regionale 6986 Indirizzi operativi per il controllo ufficiale sul commercio e sull' impiego dei prodotti fitosanitari

Ø 12 novembre 2013 - Ricognizione ed aggiornamento dei dati relativi agli stabilimenti di produzione di prodotti fitosanitari

Ø DECRETO 22 gennaio 2014 Adozione del Piano di azione nazionale per l'uso sostenibile dei prodotti fitosanitari, ai sensi dell'articolo 6 del decreto legislativo 14 agosto 2012, n. 150 recante: «Attuazione della direttiva 2009/128/CE che istituisce un quadro per l'azione comunitaria ai fini dell'utilizzo sostenibile dei pesticidi». (GU Serie Generale n.35 del 12-2-2014)

Ø Prodotti fitosanitari, adeguamento della classificazione al regolamento (CE) n. 1272/2008

Ø Decreto sanzionii - Decreto Legislativo 17 aprile 2014, n. 69 - Disciplina sanzionatoria per la violazione delle disposizioni del regolamento (CE) n. 1107/2009 relativo all'immissione sul mercato dei prodotti fitosanitari e che abroga le direttive 79/117/CEE e 91/414/CEE, nonché del regolamento (CE) n. 547/2011 che attua il regolamento (CE) n. 1107/2009 per quanto concerne le prescrizioni in materia di etichettatura dei prodotti fitosanitari.

Ø D.g.r. 6 marzo 2015 - n. X/3233: Approvazione delle linee guida per l’applicazione in Lombardia del piano di azione nazionale (PAN) per l’uso sostenibile dei prodotti fitosanitari.

Ø Applicazione delle disposizioni del D.P.R 290/2001 per stoccaggio, vendita/acquisto e utilizzo prodotti fitosanitari classificati in conformità al regolamento (CE) 1272/2008)

Ø Indicazioni in merito all'applicazione delle disposizioni concernenti la vendita, l'acquisto e l'utilizzo dei prodotti fitosanitari e dei coadiuvanti di cui al decreto legislativo 14 Agosto 2012, n.150

Ø Disposizioni concernenti la vendita, l'acquisto e l'utilizzo dei prodotti fitosanitari e dei coadiuvanti di cui al D.Lgs 14.8.2012 n.150. Nota ministeriale n. 44451-P del 26.11.2015.

Ø Risposta al quesito sulla nota del 26/11/2015 prot. DGISAN 0044451-P-26/11: "Indicazioni in merito all'applicazione delle disposizioni concernenti la vendita, l'acquisto e l'utilizzo dei prodotti fitosanitari e dei coadiuvanti di cui al decreto legislativo 14 agosto 2012 n.150"

Ø D.g.r. 7 marzo 2016 - n. X/4900 Modifiche alla d.g.r. X/3233 del 6 marzo 2015 «Applicazione in Lombardia del Piano di azione nazionale (PAN) per l’uso sostenibile dei prodotti fitosanitari»

Ø Definizione dei rapporti tra contoterzista e azienda agricola nel rispetto delle disposizioni del d.lgs. n 150/2012 e del PAN, approvato con DM 22 gennaio 2014 (G.U. 12 febbraio 2014 n.35)

Ø Definizione dei rapporti di delega per l’utilizzo dei prodotti fitosanitari nel rispetto di quanto stabilito dal D. Lgs.150/2012 e dal PAN.

Ø Indicazioni sui requisiti di conservazione e stoccaggio dei prodotti fitosanitari e dei loro coadiuvanti presso i distributori.

Ø Contratto di delega all'esecuzione di servizi: stoccaggio, distribuzione e smaltimento dei rifiuti prodotti.

Ø Delega all’acquisto e all’utilizzo dei prodotti fitosanitari per l’esecuzione dei servizi di ritiro, trasporto, stoccaggio, distribuzione e smaltimento dei rifiuti prodotti.

Ø DM 15 febbraio 2017 recante "Adozione dei criteri ambientali minimi da inserire obbligatoriamente nei capitolati tecnici delle gare d'appalto per l'esecuzione dei trattamenti fitosanitari sulle o lungo le linee ferroviarie e sulle o lungo le strade".

Ø Modifica del decreto 9 agosto 2016 e del decreto del 6 settembre 2016 relativi alla revoca di autorizzazioni all'immissione in commercio e modifica delle condizioni d'impiego di prodotti fitosanitari contenenti la sostanza attiva glifosate in attuazione del regolamento di esecuzione (UE) 2016/1313 della Commissione del 1 agosto 2016.

Ø Modifica dell'allegato al decreto 9 agosto 2016 recante la revoca di autorizzazioni all'immissione in commercio e modifica delle condizioni d’impiego di prodotti fitosanitari contenenti la sostanza attiva glyphosate in attuazione del regolamento di esecuzione del 1 agosto 2016 (UE) 2016/1313 della Commissione.

Ø Decreto: revoca di autorizzazioni all'immissione in commercio e modifica delle condizioni d'impiego di prodotti fitosanitari contenenti la sostanza attiva glifosate in attuazione del regolamento di esecuzione (UE) 2016/1313 della Commissione del 1 agosto 2016.

Ø Note di chiarimento sulle aree incluse nel divieto di utilizzo - decreti del Ministero della Salute sui prodotti fitosanitari contenenti la sostanza attiva glifosate.

Ø Comunicato relativo alle operazioni di rietichettatura di prodotti fitosanitari e di coadiuvanti di prodotti fitosanitari.

Ø Gestione dei prodotti fitosanitari con imballaggio ed etichettatura DPD giacenti presso rivenditori al dettaglio e utilizzatori professionali.

Ø REGOLAMENTO DI ESECUZIONE (UE) 2017/2324 DELLA COMMISSIONE del 12 dicembre 2017 che rinnova l'approvazione della sostanza attiva glifosato.



Torna indietro